Casa della gioventù

Accanto al Santuario è stata realizzata la «Casa della Gioventù», un grande stabile con una capacità ricettiva di oltre 50 posti e destinato ad accogliere gruppi religiosi che hanno finalità formative ed apostoliche.

La fabbrica fu iniziata nel 1956 dal parroco Don Pietro Corradi come la casa del Pellegrino. Fu poi portata a termine dal Vescovo di Foligno Monsignor Siro Silvestri il 18 marzo 1958 e fu chiamata «Casa della Gioventù».

L'Azione Cattolica l'inaugurò con corsi di esercizi spirituali per giovani iscritti all'associazione.

Attualmente la struttura ospita oltre ai gruppi religiosi i pellegrini che si recano al Santuario.

Fra il Santuario e la Casa della Gioventù è stata innalzata il l7 agosto 1975 una Croce in ferro, di stile moderno ed alta 6 metri, al ricordo dell'anno Santo. Ideatore fu il il Signor Pippi Renato, il quale realizzò il lavoro con un gruppo di artigiani di Ponte San Giovanni. E' stata benedetta dal Vescovo Monsignor Siro Silvestri con solenne cerimonia partecipata da numerosissimi fedeli. La moderna costruzione in ferro non contrasta con lo stile del Santuario, anche per la sua felice ubicazione e testimonia la continuità della fede attraverso i tempi, le sofferenze e i travagli dell'esistenza.